A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI DI VENEZIA

Standard

(Michele Boato prima dell’inizio dei lavori di venerdì 16 settembre 2011 al Palaplip di Mestre).

A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI DI VENEZIA

Un Luogo è sempre frutto di almeno due elementi determinanti :

1 Dell’ OPERA DI MADRE NATURA ( elementi geo-morfologici, climatici , biologici in perenne azione trasformativa…) ;

2 Della CREATIVITÀ – DISTRUTTIVITÀ di chi in quei luoghi vive ( in proporzione alle potenze delle tecnologie disponibili… e all’intelligente senso AMBIENTALISTICO e CIVICO di chi le usa…) PROVIAMO a pensare positivamente insieme e a dire quale CITTÀ VOGLIAMO NELL’AREA VASTA LAGUNARE e di TERRAFERMA fra il 2020 ed il 2030 partendo dalle persone che ci vivono e che ci vivranno e da come è possibile migliorare o modificare sostanzialmente le cose esistenti per lasciare alle future generazioni una VENEZIA VERA, più CONSAPEVOLE e meglio VIVIBILE DI QUELLA DI OGGI ?

Vediamo con ordine :

1 ABITANTI : Quanti abitanti a tempo indeterminato è bene che risiedano a Ve Centro Storico – Lido – Marghera Mestre e nelle altre Municipalità Storiche… più o meno rispetto a quelli di oggi? Quante presenze giornaliere medie si prevedono a Tessera City, a Lido City, a Veneto City di Dolo, a Città della Moda di Fiesso – ? Quali, quante presenze a tempo determinato ( in quali residenze ? ) di studenti e docenti – di ricercatori, intellettuali, artisti, e di Immigrati comunitari ed extracomunitari non specializzati ? Con quali modalità queste tre categorie di cittadini si muoveranno nel Territorio Locale e nell’AREA VASTA INTERCONNESSA ? Serve davvero il Tram su rotaia in aperta Campagna indicato dalla Giunta Comunale fra Favaro e Tessera o non sarebbe più utile e meno scassambiente un tram fra Favaro e l’Ospedale dell’Angelo con prosecuzione in direzione Mirano ? A quando l’inizio di funzionamento della SFMR di cui si parla da almeno vent’anni ? Perchè non ammodernare e rivalutare l’esistente circuito Ferroviario Venezia – Chioggia – Adria – Cavarzere – Piove di Sacco Mestre ?

2 TURISMO : Quali e quanti ulteriori flussi turistici in aggiunta ai 21 milioni di presenze annue ? Quanti di più in arrivo …. Via AEREA: E giusto volere il Raddoppio della Pista del Marco Polo ? O sviluppare sinergie con Treviso e Ronchi ? Via MARITTIMA: Terminals Turistici e Traghetti mediterranei sempre a TRONCHETTO – SAN BASILIO e ancora transiti di GRANDI NAVI in BACINO San Marco…o dietro la Giudecca…o quali altri diversi approdi ? Forse in prossimità delle Bocche di Porto… o a Marghera per i Ferry ? Quante nuove AREE PORTUALI a Lido City per i Grandi e piccoli Yachts ? – Via AUTOMOBILISTICA : Nuova Romea Commerciale SI o NO ? Nuova Camionabile Padova -Venezia lungo il tracciato dell’Idrovia SI o NO ? – Via FERROVIARIA : La Tav in galleria in Gronda Lagunare e la Nuova Stazione di Mestre a Tessera – ? Non vi sembra francamente una follia ? La Sub Lagunare da Tessera all’ ARSENALE – Lido …una follia ancora più grande ?

3 FLUSSI MERCi : Quali e quante merci…? Da dove e verso dove ( Fontego dei Turchi e Fontego dei Todeschi… ) ? Con quali necessità di lavorazioni in loco ? Dove attivare i ” NUOVI FONTEGHI “…a Porto san Leonardo, al Dogaletto o nelle aree dismesse di Marghera ? Con il supporto di quali Strutture intermodali ? Con quali conseguenze sulla sopravvivenza delle centinaia di POSTEGGI DI PICCOLE BARCHE che attualmente assicurano accesso in Laguna di diportisti dell’entroterra veneto ? Ancora quanti e quali nuovi Mega Centri Commerciali per il consumo locale…? con quali conseguenze sui piccoli commercianti all’interno delle Municipalità Storiche ? Davvero un Grande Porto Off- Shore per trasbordo containers a 10 miglia dalla costa, al largo di Malamocco ? Nell’ambito di quale politica della portualità dell’Alto Adriatico ?

4 PATRIMONIO EDILIZIO ed AMBIENTALE : Recuperi Funzionali, Energetici, ed Estetici dei FABBRICATI FATISCENTI ma PREGEVOLI e degli ANTICHI Centri Municipali della Terraferma e del LIDO …come fonte di occupazione, di risparmio del territorio, di innumerevoli risparmi energetici e di valorizzazioni ambientali e sociali ? In particolare, quali e quante manutenzioni ordinarie e straordinarie nel prossimo decennio delle Fondamenta e dei Fabbricati di tutta la Zona Insulare ( Venezia Crepa…) ?- I forti della terraferma quali recuperi e riusi sociali ( anche in riferimento alla auspicabile rivalorizzazione degli Orti nella Terraferma) ?- Le isole della Laguna …. Da recuperare per dare vita ad Unità di produzioni integrate Ittiche – Ortofrutticole -Micro-Energetiche e di Agriturismo per diportisti – Circuito delle vele …? Come rilanciare i rimboschimenti in TERRAFERMA anche in relazione al recupero-rivalorizzazione- messa in sicurezza dei più importanti corsi d’acqua affluenti in tutta la laguna ? Completare o NO l’Idrovia Venezia Padova ( per Trasporto Merci, Trasporti turistici, ripascimenti dei Fondali della Laguna, sicurezza idrica di tutto il territorio fra Padova e Venezia) ? Consentire la fabbricazione di grandi torri a Mestre si concilia O NO con l’esigenza imperativa del RISPARMIO ENERGETICO ? Come si armonizzano funzionalmente ed esteticamente le grandi torri nei diversi contesti urbani esistenti ? Concentrare a Tessera City tutte le attività ludiche… ( città dei divertimenti…) o integrarle in rete valorizzando quelle già esistenti nelle diverse Municipalità insulari e di terraferma (lasciando a Tessera solo Casinò e Nuovo Stadio Multifunzionale ) ? Come valorizzare le strutture scolastiche di tutto il territorio comunale secondo criteri di piena funzionalità didattica, di totale sicurezza e specialmente di effettiva apertura ad attività formative e culturali congiunte con famiglie, imprese, operatori scientifici, artistici, informativi… Come strutturare o rivalorizzare nelle diverse Municipalità strutture di Sostegno all’Handicap, di Prevenzione Sanitaria e di lotta alle Tossicodipendenze; di Pronto intervento in casi di emergenze psico-fisiche o di disastri ambientali, di Riabilitazione post-traumatica e di Reinserimento Sociale e Lavorativo ?

5 IDRAULICA : Quanti e quali imbonimenti di barene con i fanghi dei più diversi scavi ( Mose – Approfondimento Canale Petroli – Nuovi percorsi dei Traghetti dietro la Giudecca ) ? Con quali conseguenze sugli equilibri complessivi di tutta la Città e di tutti gli Eco-Sistemi Lagunari ? Che si farebbe di ulteriori immani masse di fanghi da Scavi per altre mega-opere come TAV Mestre -Tessera in galleria e Sublagunare Tessera – Arsenale – Lido ? Come bloccare l’uscita dalla laguna di imponenti masse di fanghi a causa degli effetti combinati del crescente moto ondoso dovuto all’incremento del numero dei natanti, delle loro stazze e della potenza dei motori…nonchè ai flussi delle maree accentuati dall’approfondimento delle bocche di porto ? Quali diverse prospettive rispetto agli attuali usi e funzionamenti idraulici delle valli da pesca ? ALLAGAMENTI Nei principali abitati della TERRAFERMA… sempre più frequenti e consistenti. COME BLOCCARE ED INVERTIRE i PEGGIORAMENTI degli ultimi anni …altro che INVARIANZA…. ? Quali condizioni idrauliche di fatto, oggi, nei terreni della futura Tessera City ? Risulta che i corsi d’acqua affluenti in Laguna … siano oggi portatori di acque avvelenate ? Come risanarli ? Es : Discarica di Tossico-Nocivi ex Nuova ESA a Marcon lungo il fiume Zero che affluisce dopo poco, senza filtri, in laguna Nord … Il Mose: Quando entrerà in funzione in toto ? Con quali garanzie di FUNZIONAMENTO e COMPATIBILITà con le NUOVE FUNZIONI PORTUALI e PRODUTTIVE ? Con quali costi di FUNZIONAMENTO e di manutenzione ?

6 ENERGIA : Quali progetti nelle diverse Aree Urbane Lagunari e di Terraferma di risparmio e di abbattimento delle nocività di tutti i principali consumi energetici ( per attività produttive – per usi civili – per trasporti ) ? Quali progetti di graduali e progressivi abbattimenti degli inquinamenti da polveri e gassosi per energie prodotte con combustibili fossili o con termovalorizzazioni dei rifiuti ? Quali progetti di sostituzione delle produzioni energetiche tradizionali con micro e macro-produzioni energetiche eco-compatibili : solare, eolico, flussi e movimenti delle acque interne e marittime, geotermia… Quali progetti di valorizzazione dell’Idrogeno come accumulatore di energia ? Davvero SI LAVORA per un Impianto di Generazione Elettrica che DISINTEGRA CON IL Laser MONTAGNE DI ALGHE DA COLTIVARE IN LAGUNA ?

7 ATTIVITÀ INDUSTRIALI : CHIMICHE ? Metalmeccaniche – CANTIERISTICA…? Nano-tecnologie e/o tecnologie per le energie eco- compatibili ? Tutto campato per aria … Davvero il Comune deve lasciare l’ esclusiva responsabilità di queste scelte alle Imprese e alla finanza?

8 ECONOMIA – FINANZA Una Amministrazione Comunale davvero capace di tutelare i Beni Comuni, la Giustizia Sociale, l’Eco-Compatibilità e le migliori Sinergie di tutto ciò che avviene nel proprio territorio…davvero può fare a meno di precise quantificazioni delle SPESE di INVESTIMENTO, di GESTIONE E DI MANUTENZIONE ( dei mostruosi debiti Pubblici e Privati ) che le grandi e grandissime opere del suo PROGETTO di Città COMPORTANO ? A noi pare che il progetto di PAT elaborato dall’Assessore Micelli per conto della Giunta Comunale Veneziana non dica nulla di chiaro, di certo, di esauriente su alcuno degli 8 grandi argomenti appena indicati perchè in realtà non si propone di migliorare i Beni Comuni della Popolazione Veneziana, per migliorare la qualità della vita di chi vive in questo territorio… ma solo di implementare le rendite immobiliari e finanziarie che, come le ripetute e sempre più gravi crisi in atto dimostrano ampiamente, non risolvono, ma al contrario aggravano sofferenze e paralisi …fino all’ AFFONDAMENTO del TITANIC…. Ancora pensiamo di vivere un bruttissimo sogno. Ancora speriamo di ricevere dal SIndaco Orsoni, in quanto rappresentante della maggioranza che regge il Comune di Venezia, una lettera formale nella quale si citano i numeri tendenziali della Città a misura dei Veneziani del decennio 2020 – 2030; le cifre degli impegni economici di tutte le scelte del Pat e pochissime parole di risposta sul merito di ciascuno dei quesiti che abbiamo qui elencato…: Si, la tal scelta si farà… perchè le convenienze della Città sono queste….No l’altra scelta non si farà… perchè si tratta di spese insostenibili e senza possibile rientro….e invece si farà quest’altro… Confidiamo che comunque i Consiglieri Comunali di Maggioranza e di Opposizione, prima di qualsiasi decisione in Consiglio Comunale vorranno discutere anche con noi il merito di ciò che abbiamo qui scritto rappresentando le Associazioni promotrici della Manifestazione in Piazza Ferretto dello scorso 1 settembre 2011 nella ASSEMBLEA DI CONFRONTO SUL Pat (venerdì 16 settembre alle ore 18 al PalaPlip di via S.Donà a Mestre)

Per Le associazioni presenti in Piazza Ferretto l’1 settembre 2011

Michele Boato e Massimo Marco Rossi. 10 settembre 2011

SI SEGNALA L’INQUIETANTE VIDEO:

http://www.youtube.com/watch?v=VvJTsnE5De4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...