MICHELE BOATO: DECIMO GIORNO DI DIGIUNO CONTRO IL PAT

Standard

RICEVO E DIFFONDO


 
DECIMO GIORNO DI DIGIUNO CONTRO IL PAT
 
 
Oggi, 11 gennaio 2012 nel tardo pomeriggio si è tenuta la riunione di AmicoAlbero, non nella solita sede di via Col Moschin, ma all’Ecoistituto, perchè Michele Boato era lì, e non ci sembrava il caso di farlo spostare.
 
Oggi è il decimo giorno del suo digiuno, e crediamo che un gesto così atipico e così potenzialmente pericoloso per la propria persona, un gesto dedicato a tutte le persone di buona volontà che si sono ormai stancate delle prepotenze votate solo al potere e al denaro, e che osano continuare a dire che ciò che sarà fatto, il PAT, è per il bene nostro e per chi verrà.
 
E intanto, questi signorotti amanti del cemento e degli affari (loro) e incuranti di cosa è veramente il Bene Comune continuano a tramare, a cercare di dare ordini ai propri soldatini su cosa e come dovranno decidere.
 
Ma noi leggiamo in questa tracotanza il loro canto del cigno. Questi qui dovranno andarsene, dovranno finire di fare del male all’ambiente, a quel poco ambiente rimasto ancora sano.
 
Perchè al digiuno di Michele, si sono aggiunte e si aggiungeranno tante altre persone: una virtuale catena umana che poi tanto virtuale non è, che stà dando dimostrazione che sono finiti i tempi in cui era d’obbligo subire tutto dal principino di turno.
 
Ed è così che ci stringiamo attorno, con affetto, a questo nostro amico che rischia per noi, per assicurare il futuro nostro e quello dei nostri figli all’insegna della vivibilità.
 
Grazie, Michele! e grazie a chi lo sostiene in questa staffetta ideale, di cui lui rappresenta il testimone.
 
Si allega il collegamento al breve video di questa mattina, e la rassegna stampa:
 
 
Ecco invece di seguito le prossime iniziative:
 
Giovedì 12 digiunano anche Maria Lanaro della Banca del Tempo, Giuliano Agostinetti, Toio de Savorgnani e Giancarlo Gazzola di MW (che fanno due giorni),
Presidio al Municipio di Mestre ore 12-13
Alle 21 al Candiani Michele Boato ci aspetta al suo spettacolo storico-musicale “Oltre un secolo – per andare oltre inutili stragi e buffi cavalieri” ; col quartetto jazz di David Boato, Francesco Socal, Rosa Brunello e Niccolò Romanin, le voci di Luisa Pasinetti e Giusi Forte, la chitarra di Mauro Stella, immagini di Angelo Favalli e Paolo Stevanato e le voci narranti di Enrico Corradini e la sua (se sarà stanco, tra una lettura e l’altra si metterà seduto..). Ingresso gratuito, ma bisogna ritirare il biglietto al Candiani ore 10.30 – 12.30 e 15 – 22. (200 posti poi basta)
 
Venerdì 13 digiunano anche Carolina Serena, Leda Cossu e forse altre donne.
Presidio al Municipio di Mestre 12-13
 
Sabato 14 digiuna anche Fabrizio Zabeo dei Comitati Allagati (anche domenica)
Non si fa il presidio al Municipio di Mestre perchè
dalle ore 10 alle 13 al Centro Civico di via Sernaglia (traversa di via Piave e via Cappuccina a 200 m dalla stazione)
le 42 associazioni (si sono aggiunte il Gruppo Destinazione Pace, Villaggio Laguna, Campalto e StoriaMestre) organizzano
il CONVEGNO “LA CITTA’ CHE VOGLIAMO” Idee molto concrete per una città a misura di persone, bambini e alberi.
Interventi introduttivi di MariaRosa Vittadini, Stefano Boato, interventi di una decina di associazioni attive nel nostro territorio; dibattito aperto.(il programma completo verrà diffuso domani).
 
Associazione AmicoAlbero
 
Via Col Moschin, 20 – Mestre
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...