IL QUESTORE DI VENEZIA VIETA LA MANIFESTAZIONE IN CANAL GRANDE

Standard

 

 

 

 

 

 

Il questore di Venezia ha vietato oggi pomeriggio la manifestazione acquea di domani in Canal Grande: l’appuntamento è dunque spostato alle 16.15 – 16.30 tra la Basilica della Salute e Punta della Dogana. Questo il Comunicato inviato agli organi d’informazione con i commenti del Comitato e il nuovo invito ai cittadini:

Il questore, applicando un’ordinanza prefettizia della quale si era perso il ricordo, ha …vietato oggi pomeriggio ai veneziani, a neppure 24 ore dall’appuntamento, di incontrarsi in barca in Canal Grande per riappropriarsi simbolicamente di quelle acque che tra sabato e domenica verranno invece violate dall’arrivo e dalla partenza di ben otto grandi navi da crociera. Evidentemente l’inquinamento che esse producono, il rischio reale legato al loro passaggio in Bacino di San Marco e in Canale della Giudecca, la compromissione delle rive, delle fondamenta, dei fondali lagunari che esse arrecano costituiscono per il prefetto e per il questore un problema meno grave che la presenza in Canal Grande di alcune piccole barche di veneziani rispettosi di leggi e regolamenti e amanti della loro città.
Il Comitato No Grandi Navi – Laguna Bene Comune, proprio perchè composto da cittadini responsabili che mai avrebbero intralciato o peggio bloccato la circolazione in Canal Grande, non può che piegarsi all’ordinanza del questore, pur criticando una decisione che di fatto preclude ai veneziani il diritto costituzionale di manifestare e che favorisce le politiche dell’Autorità Portuale, della Venezia Terminal Passeggeri, delle Compagnie da crociera.
Il Comitato, però, deve anche rilevare che si era scelto il Canalazzo come luogo dell’appuntamento delle piccole barche dei veneziani proprio a causa dell’impraticabilità di Bacino San Marco e Canale della Giudecca dovuta all’incessante moto ondoso che le Pubbliche Autorità non sono finora state in grado di fermare. Con questa scelta, costringendo i veneziani aderenti all’invito a recarsi solamente in Bacino San Marco, prefetto e questore mirano a impedire di fatto la manifestazione, che invece il Comitato riconferma spostando però l’appuntamento a piedi e in barca alle 16.15 – 16.30 tra la Basilica della Salute e Punta della Dogana. L’auspicio, infatti, è che almeno in questa occasione le forze dell’ordine siano in grado di governare il moto ondoso.
Sia chiaro, però, che il Comitato No Grandi Navi – Laguna Bene Comune non è la Wehrmacht, non può obbligare alcuno a fare o a non fare nulla, per cui se nonostante la modifica dell’appuntamento vi saranno dei cittadini veneziani che, o per non essere stati raggiunti da queste nuove informazioni o perchè convinti del loro buon diritto a recarsi in barca in Canal Grande, risponderanno all’appuntamento originario delle 15.30 a San Marcuola, noi non potremo farci nulla. Ogni cittadino è responsabile di quel che fa.

Silvio Testa
Portavoce del Comitato
No Grandi Navi – Laguna Bene Comune

cell. 347.9727101
fisso 041.0994678

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...