LETTERA DI GABRIELE MUCCINO AI VENEZIANI

Standard

venicebeauty

L’ha postata nei commenti a un mio vecchio post (di quando ancora si perseguiva l’obiettivo minimo “FUORI LE MAXINAVI dal bacino di San Marco”, anziché “dalla laguna tout court”). Qui:

http://lucioangelini.wordpress.com/2011/04/26/fuori-le-maxi-navi-dal-bacino-di-san-marco/#comment-10222

Gabriele Muccino Dice:
10 novembre 2013 alle 20:19 modifica
Lettera ai Veneziani

A sentir quei veneziani che tanto adorano quelle navi che nascondono Venezia e la mettevano in serio pericolo, a sentire quei veneziani che hanno ingolfato e continuano ad ingolfare di commenti anzi insulti anche poco brillanti un post, l’unico che ho lasciato riguardo Venezia per restringere il campo in cui le loro aberranti offese si potessero abbattere, a sentire quei veneziani che negano la vittoria della petizione contro le Grandi Navi da crociera in laguna e del buon senso che ha vinto tra le fila del governo Letta riguardo alla cancellazione del traffico delle Navi da crociera nel Canale della Giudecca a partire dal Novembre 2014 (seppur con plateali compromessi messi a segno da qui ad un anno), a sentire quei Veneziani che mi confondono con Moccia e tra i loro insulti mi inseriscono anche come responsabile per aver deturpato IO PER PRIMO Venezia con i lucchetti appesi ai loro ponti (ma questa è gustosissima, come offesa), a sentir quei Veneziani che sostengono che una nave di quella stazza peschi solo 7 metri nel fondale quando chiunque sa che sotto la linea di galleggiamento, la chiglia di una nave da crociera è profonda almeno 10 metri e il Concordia che pescava di meno e poteva scandagliare una sogliola sul fondale, si è comunque arenato, a sentir quei veneziani che negano la pericolosità di uno schianto contro un’edificio dimenticando che ci sono petroliere che si scontrano in oceano aperto, a sentir quei veneziani che ignorano che migliaia di altri veneziani hanno firmato quella stessa petizione ringraziandomi per l’amore del tutto disinteressato che stavo mostrando verso la LORO città, la più surreale, magica, unica, colma di storia e senza tempo, vero patrimonio dell’umanità…insomma, a sentire certi non riuscire a guardare oltre il proprio naso e agire con disamore verso il loro più grande tesoro, fa francamente tristezza.
Le navi non scompariranno. Verrano solo attraccate altrove. Dov’è dunque la perdita del lavoro di chi lavora con esse? Demagogia.

I veneziani, se permettono un consiglio, si attrezzino meglio nel convogliare nella loro città un turismo colto.
Questo dovrebbe essere davvero il compito dei Veneziani, se è davvero il turismo il loro problema, perché anche su questo si contraddicono. Chi dice che ce n’è poco, chi dice che ce n’è talmente tanto che va regolamentato.
Nel frattempo trovino il modo migliore per salvaguardare la loro città patrimonio dell’UNESCO senza scavare, come è stato fatto con il fondale del canale della Giudecca portandolo a 17 metri per assicurare alle navi il passaggio.

Cari Veneziani, tutelate la vostra città e rendetele onore con integrità e orgoglio. Dal 1866 siamo tutti sotto la stessa bandiera e parliamo la stessa lingua. Ogni Italiano ha il dovere di prendersi cura non solo della propria città ma del resto del paese. Non c’è nord e non c’è Sud, se non sulla carta geografica e nei proclami razzisti a cui alcuni di voi sono purtroppo familiari. Un popolo unico e orgoglioso vive per il proprio paese e lo difende e aiuta senza distinzioni.
I fanghi tossici del porto di Marghera sono stati sepolti e ritrovati nelle terre campane uccidendo insieme ad altri rifiuti letali provenuti dal nord Italia ed Europa, migliaia di italiani come voi. Italiani che come voi ora, quei prodotti se li ritrovano nel piatto e li accompagnano con i vini e li condiscono con i pomodori che proprio dallo stesso paese a cui appartenete, provengono. La mentalità di pensare ci siano ancora tante Italie divise tra loro ha provocato e continua a provocare solo risentimenti, aborti politici come quello che è stata la Lega con i suoi medievali proclami di scissione, guerra ai terroni e le innumerevoli prove di grande ignoranza culturale. Prima di insultare, imparate ad amare il paese a cui appartenete. Il vostro Paese, nonostante non ci siano più gli austriaci a dominarvi, ha oggi la forma di una penisola.

E’ solo pensando al mio paese che parte da Venezia e arriva a Lampedusa, che con rabbia e dolore per un popolo e un paese che amo, cerco di fare qualcosa che faccia una seppur minima differenza.

Un caro saluto, a quelli che continueranno a insultarmi come a quelli di voi che hanno evidentemente capito lo spirito con cui mi sono mosso.

Viva Venezia e viva l’Italia.

Gabriele Muccino

Annunci

»

  1. Purtroppo il vero pericolo sta proprio in alcuni veneziani più innamorati del profitto immediato che del dovere di consegnare Venezia e la laguna ai posteri nelle condizioni in cui l’hanno ereditata loro…

  2. Per quanto riguarda i film la scambiano per moccia per il semplice fatto che nonostante abbia fatto film che non oso qualificare x non essere querelato se li ricordano,dei suoi non si ricorda nessuno come io non mi ricordo dello scavo del canale della giudecca forse si riferiva al canale dei petroli una delle cause delle acque alte frequenti e graxie a lei e ai suoi sodali adesso ne sarà scavato un altro la prego solo di non offendere i venexiani nella loro interezza e la pregherei di interessarsi a pompei li sono tutti morti e non hanno famiglie da sfamare.lo dice un ngn che pensa anche ai lavoratori del porto che non sono culturalmente arretrati come lei afferma. spero di essermi espresso in un italiano da lei comprensibile nonostante la mia terza media
    distinti saluti
    gabriele maistro

  3. > “grazie a lei e ai suoi sodali adesso ne sarà scavato un altro”.

    Se il riferimento è al canale Contorta, ben altre (e ben altrimenti contorte) sono le menti che perseverano nell’opera di massacro della laguna e della sua morfologia.

    • Io preferivo il passaggio di navi come adesso piuttosto del contorta via il traghetto dalla grecia ed è già due passaggi al giorno di meno poi lasciavo cosi com’è con un limite massimo si tratta di un periodo che và da maggio a ottobre non è tutto l’anno piuttosto che il contorta o 3000+indotto persone a casa del turismo non me ne frega niente non è che nom ce ne sia venezia non muore il porto si e sarebbe l’ennesima volta poi quello che dice muccino e l’altro somaro di celentano sinceramente frega poco o nulla se non fosse x la disinformazione che fanno e

      • Gabriele,
        la stagione crocieristica inizia ad aprile e termina a novembre; qualche nave c’è anche a dicembre. Ma non so se l’esimio Tattara ne è a conoscenza.

  4. Muccino,

    scrivi un sacco di idiozie senza senso, dimostrando un’ignoranza sconsolante sulla questione delle navi crociera a Venezia e dell’occupazione che queste garantiscono. Ma stai tranquillo, sei in buona compagnia: anche un esimio professore come Tattara ha dimostrato in televisione di non avere le idee molto chiare… O forse lui l’ha fatto apposta.

    Tutto il resto che aggiungi è solo inutile rancore verso la “razza veneta”, che esiste da sempre, al contrario della “razza italica” che non è mai esistita.

    Adesso non ho tempo di risponderti “meglio” ma ti prometto che prima o poi lo farò.
    Mauro – Venezia

  5. Vede le inesattezze o fuorvianti sue verità che scrive nella lettera aperta a noi Veneziani fanno di questa una barzelletta lunga, troppo lunga per poter alla fine riderci su. In altro post ( ma l’avrà certamente cancellato come me ne ha cancellati altri) le indicavo con un link i dati tecnici inconfutabili della Ruby Princess una delle Grandi Navi della Princess Cruises che dal Novembre 2014 non potrà più entrare in Laguna e la invitavo a leggere attentamente la voce “pescaggio”. Le parlo della Ruby Princess perchè cone tutte le ammiraglie delle varie compagni crocieristiche sono navi di “NUOVA GENERAZIONE” altamente sicure a bassissimo grado di emissione di gas nocivi mentre quelle sotto le 96000 di GRT sono quelle di precedente fabbricazione e quelle ancora più piccole gradatamente messe a riposo dalle compagnie stessa, A proposito NESSUNO che abbia avuto la decenza di spiegare la motivazione di queste 96000 tons. E parliamo dei lavoratori? è al corrente Egr.Sig.Muccino dell’esistenza della FINCANTIERI? Industria d’eccelenza che con grossa fatica ha fatto letteralmente a sportellate con gli altri grossi operatori stranieri del settore mantenendo una occupazione importante per il nostro territorio. E’ di questi giorni il varo Tecnico dela Nuova Ammiraglia Costa proprio alla Fincantieri in allestimento,Ne è al corrente? Cosa farà il nostro caro Sindaco emetterà una deroga per il successivo varo definitivo dell’unità e l’aspetterà alle bocche di porto con la fanfara della municipalità per salutarla dato che non potrà piu’ tornare in laguna? e che fine faranno le altre previste Commesse non ancora firmate contrattualmente che erano in mano alla FINCANTIERI??
    Poi mi parla dei Veneziani, ma di quali ?? Non credo parli dei vari Milanesi, Romani, Inglesi, Francesi Russi ecc ecc che si sono fatti il pied-a-terre in Centro Storico vero? parla di noi VENEZIANI Puro Sangue che con enorme sacrifici economici e con un costo della vita ben al di sopra della media nazionale sono riusciti a rimanere in Città, o di quelli che come il sottoscritto non ci è riuscito ( e siamo in tantissimi) da 28/30 con orgoglio fa il pendolare e opera nel settore? o infine di tutti quei ragazzi che anche con un lavoro stagionale hanno potuto o stanno finendo gli studi o addirittura si sono fatti una famiglia senza gravare sui genitori.
    Questa è l’ultima volta che interverrò in un qualsiasi suo commento diretto o indiretto : ho già perso troppo del mio prezioso tempo e mi creda ne ho molto meno di Lei
    Cordialmente
    Alessio Ferronato nato a Venezia nel 1955
    trasferito a Mestre nel 1985
    Da sempre operante nel porto di Venezia, con la navi tradizionali, poi con i traghetti e quindi con la navi crociere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...