VENEZIA. ASSEMBLEA del 20.1.14 RIUSCITISSIMA

Standard

silvio2

L’assemblea annunciata nel post precedente ha visto una grande partecipazione cittadina. Gremita la sala, tanta gente anche in piedi e fuori dall’ingresso. Ottimi interventi del prof. D’Alpaos, del senatore Casson, di Cristiano Gasparetto, di Flavio Cogo di Ambiente Venezia, di Silvio Testa (foto sopra) e altri, tutti concordi nel ribadire il proprio no all’escavo di un nuovo mega-canale quale quello auspicato dall’autorità portuale e dal ministro Lupi: il Contorta Sant’Angelo. Piuttosto imbarazzato il sindaco Orsoni, che da un lato si è aggrappato all’alibi: “Il Comune non può fare progetti, la Corte dei Conti ci potrebbe chiedere a che titolo spendiamo soldi dove non abbiamo competenza” [paradossalmente il Comune non ha competenza sulle acque della laguna e nemmeno sui canali veneziani, benché costituiscano le strade liquide di Venezia, N.d.r.], dall’altro non ha mai espresso con forza la propria opposizione a nuove mega-opere di devastante impatto ambientale all’interno della laguna.

assemblea20.1.14

assemblea2

assemblea3

Queste le richieste avanzate da Ambiente Venezia:

1) Chiediamo ai parlamentari e ai rappresentanti eletti nelle varie istituzioni la massima attenzione ed il massimo impegno per bloccare le solite scorciatoie e furbate come l’utilizzo della Legge Obiettivo. TUTTE le idee progettuali presentate ufficialmente devono essere confrontate e sottoposte con estremo rigore alle procedure VIA e VAS
2) Chiediamo ai tecnici ed esperti indipendenti di contribuire all’analisi, valutazioni, integrazioni dei vari progetti relativi alle grandi navi; ai piani di riequilibrio ambientale ed idrodinamico della Laguna di Venezia; al Piano Regolatore Portuale:
3) Chiediamo alle associazioni, comitati e cittadini di costituire da subito un tavolo permanente di discussione, confronto; dobbiamo impedire, con una nuova campagna di mobilitazioni cittadine, che passino progetti devastanti e dobbiamo creare un fronte comune di sostegno ai progetti e localizzazioni che garantiscono che le grandi navi rimangano definitivamente fuori dalla Laguna di Venezia.”

AmbienteVenezia ritiene che bisogna contrastare e fermare il progetto e la realizzazione del canale Contorta Sant’Angelo e di altri nuovi canali lagunari. Non vogliamo che la laguna diventi un’immensa discarica diffusa disseminata da finte barene e chilometri di muraglie di massi!

LE GRANDI NAVI SONO INCOMPATIBILI CON L’AMBIENTE LAGUNARE E CON LA NOSTRA CITTA’ ! DEVONO RIMANERE FUORI DALLA LAGUNA E FERMASI IN UN AVANPORTO CROCIERISTICO LOCALIZZATO NELLA BOCCA DI PORTO DEL LIDO.

Deve essere fatto un nuovo vero piano per il riequilibrio idrogeologico e morfologico della Laguna; un piano che deve essere redatto da esperti indipendenti e non dal solito giro di consulenti ed esperti del Consorzio Venezia Nuova e delle lobby attualmente sotto inchiesta.

Deve essere fatto il Piano Regolatore Portuale con il coinvolgimento reale degli enti locali e delle popolazioni lagunari.

NO alla truffa della legge obiettivo !!!
SI ad una VERA Valutazione di Impatto Ambientale !!!
SI ad una VERA Valutazione Ambientale Strategica !!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...