IL FENOMENO DEL BRIGANTAGGIO VENEZIANO

Standard

a1

Dopo il fenomeno delle ronde notturne volontarie al Lido di Venezia e le polemiche che ne sono seguite, assemblea rovente alla Municipalità del Lido di Venezia nel pomeriggio del 7 scorso sul tema della sicurezza pubblica e del riassetto urbanistico e paesaggistico di Piazzale Santa Maria Elisabetta & Gran Viale. Molta esasperazione tra il pubblico, atteggiamento sulla difensiva inane di molti consiglieri, scarsa voglia generale di distinguere tra il Collettivo che si è preso cura del Teatro Marinoni per sottrarlo alla rovina definitiva e l’altra inquietante fauna che di notte si rifugia negli spazi abbandonati dell’ex Ospedale. Per quanto pericolosi alcuni ospiti auto-invitati dei padiglioni in rovina possano essere sembrati ai rondisti (anch’essi auto-nominatisi tali), non riesco comunque a immaginare un livello di criminalità paragonabile a quello di chi ha svenduto l’ex ospedale al mare per abbattere una pineta storica e scavarci un cratere, sperperando 50 milioni di soldi pubblici. L’ex OaM è stato poi abbandonato a se stesso nella segreta speranza di velocizzarne la rovina e recuperare l’area per future speculazioni edilizie. E che dire del Nuovo Piazzale SME, dei Nuovi Imbarcaderi concepiti per cancellare la vista sulla laguna e far perdere regolarmente l’autobus a chi scende dai vaporetti (data l’estensione del fronte-imbarchi, sovradimensionato e assurdo), del tentativo di sterminare i platani del Gran Viale e via discorrendo? Se poi spostiamo l’attenzione sui devastatori della laguna (il dramma dei condomini galleggianti e la minaccia ormai ufficialmente incombente dello scavo del nuovo canale Contorta) o sulla cosiddetta Banda del Mose, non facciamo fatica a immaginare che in futuro, accanto al fenomeno del Brigantaggio Meridionale, si dovrà studiare anche quello del Brigantaggio Veneziano.

=====

Prime riflessioni a botta calda sul Comitatone ….

Come si prevedeva Il Comitatone ha scelto il progetto peggiore, il più devastante per la Laguna di Venezia, un progetto sostenuto però dalla solita lobby delle Grandi Opere, lobby che è stata colpita solo marginalmente dalle indagini della Magistratura su Mose –CVN- Grandi Opere e Tangentopoli Veneta.Tutti assieme appassionatamente i partecipanti di questo Comitatone hanno dato il via libera alla realizzazione del Progetto Canale Contorta Sant’Angelo che ricordiamo aveva avuto un Parere VIA preventivo NEGATIVO….(tenuto nascosto per mesi). Nei prossimi 90 giorni si dovrà realizzare il MIRACOLO di trasformare la VIA NEGATIVA in VIA POSITIVA, …ma visti i precedenti e visto quanto è successo nel caso del MOSE…. Sicuramente faranno in modo che questo MIRACOLO accada!!!!Naturalmente i progetti alla Bocca di Porto del Lido e tra questi l’unico progetto che aveva avuto un parere VIA Preventivo POSITIVO non sono stati minimamente presi in considerazione …….Le responsabilità di quanto è successo oggi nel Comitatone sono molteplici …. Ci sono partiti e politici che hanno avuto un ruolo attivo,ci sono stati partiti che non hanno saputo decidere da che parte stare e ci sono rotti al loro interno in maggioranze e minoranze;ci sono stati partiti e politici che per non creare problemi alle coalizioni che sostenevano a livello locale hanno lasciato fare …. (era successo anche ai tempi dell’approvazione del MOSE)Speriamo che le 13.000 persone che hanno sottoscritto la Petizione Popolare contro le Grandi Navi in Laguna e le migliaia di cittadini che a livello locale e nazionale hanno partecipato alle mobilitazioni di questi anni decidano di non votarli più e lasciali a casa per evitare che continuino a creare danni come hanno sempre fatto. Le elezioni del Comune di Venezia sono il primo banco di prova per mandarli definitivamente a casa.Naturalmente la mobilitazione contro la devastazione e la distruzione della Nostra Laguna e della Nostra Città deve continuare con ancora più forza e determinazione di prima Bisogna fermare la realizzazione del Contorta Sant’Angelo !Le Grandi Navi devono restare fuori della Laguna e Fermarsi in un nuovo avanporto nella Bocca di Porto del LidoBisogna al più presto convocare un’assemblea cittadina per valutare in maniera approfondita la situazione e decidere i prossimi appuntamenti e mobilitazioni

Luciano Mazzolin di AmbienteVenezia e del Comitato NOGrandiNavi- Laguna Bene Comune

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...