PICCOLO FASCISMO QUOTIDIANO. UN INQUALIFICABILE EPISODIO DI PESTAGGIO A MURANO

Standard

images761SFD74

PolisportivaStellaRossaVenezia Amministratore

E’ davvero avvilente essere costretti a prendere carta e penna per raccontare quanto successo al Palazzetto del Basket di Murano mercoledì sera: tempo da lupi, ma la Stella Rossa era impegnata nel difficile match casalingo con i Crabs.
La Polisportiva Stella Rossa è una realtà ormai al quarto anno di vita, che ha fatto dell’aggregazione, fratellanza e rispetto la propria bandiera, condividendo quei valori
che lo sport professionistico sta inesorabilmente dimenticando. Impensabile quindi che fosse il classico diluvio autunnale a impedire a squadra, tifosi, amici e semplici conoscenti di partecipare a questo piccolo, grande evento sportivo amatoriale.
Eppure dobbiamo parlare di un match sospeso all’intervallo lungo, diversi contusi e un ragazzo che dovrà operarsi alla spalla, fracassata di botte. Motivo? L’aggressione subita dagli sparuti tifosi di casa da parte di un nutrito gruppo di tifosi-militanti dei Crabs, venuti evidentemente con l’obiettivo di menar le mani. Un vero e proprio pestaggio, che ha visto coinvolto suo malgrado chiunque provasse ad intervenire per placare gli animi, portando la coppia arbitrale a sospendere la partita subito dopo aver allertato i carabinieri.
La realtà dei fatti è una sola: con questo atto premeditato si è scientemente voluto punire un’idea, un modello, che evidentemente nella sua spensieratezza e genuinità infastidisce alcuni. Si è cercato di colpire inesorabilmente una Società amatoriale che ha sempre condiviso la gioia di praticare sport con gli avversari ed i suoi tifosi, raccogliendo unanimi consensi tra gli addetti ai lavori e non. E non ci si vengano a raccontare cazzate, non si trovino alibi, giustificazioni, capri espiatori.
Siamo ancora più uniti e intenzionati più che mai continuare a fare quello che amiamo: giocare, tifare, divertirci.
Non cerchiamo vendette, ma nuove emozioni. Non sarà certo una spedizione punitiva (di cosa poi?) a farci retrocedere. Continueremo alla nostra maniera, con entusiasmo, cuore, passione e amicizia. Chiunque ami la Stella Rossa e ne condivida i valori, è parte della stessa. Ed ha il nostro sostegno incondizionato.

Alla Stella Rossa non c’è spazio per la violenza, ma solo per lo Sport.

Annunci

Una risposta »

  1. Gravissimo episodio di stampo squadristico, inutilmente minimizzato a “banale rissa tra opposte tifoserie” dai programmatori dello stesso, squallidi bulli pseudo-sinistrorsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...