BRUGNARO: PAGHINO, ENTRINO E DISTRUGGANO PURE…

Standard

Grandi navi: una nave da crociera nel canale della Giudecca davanti a piazza San Marco, Venezia 27 settembre 2014. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Segnalo due articoli interessanti: quello dell’Huffington Post:

http://www.huffingtonpost.it/2015/11/02/grandi-navi-venezia-sindaco-brugnaro_n_8449588.html?utm_hp_ref=italy

e quello del “Granello di sabbia”, a cura del Comitato No Grandi Navi/Silvio Testa, di cui riporto l’incipit:

“In primavera è ripartita la stagione delle crociere e per Venezia, nonostante quattro anni di lotte da parte di cittadini e associazioni ambientaliste, non è cambiato nulla: le grandi navi, fuori scala con la città e con la laguna, continuano come sempre a transitare per il Bacino di San Marco: circa 500 gli attracchi previsti nel 2015, con due passaggi per ogni nave davanti a Palazzo Ducale. “Ma sono navi più piccole”, diranno gli armatori e il presidente dell’Autorità Portuale di Venezia, Paolo Costa, riferendosi al fatto che in Bacino non passeranno navi di stazza lorda superiore alle 96 mila tonnellate. “Una scelta volontaria”, aggiungeranno, dimenticando di ricordare che il limite è stato imposto da un decreto del Governo che, è vero, è stato cancellato da una sentenza del TAR, ma emessa dopo che le compagnie da crociera avevano già definito i loro programmi per il 2015. In ogni caso, le navi da 96 mila tonnellate non saranno dei mostri da 135 mila tonnellate di stazza lorda, come la Msc Divina che l’anno scorso veniva tranquillamente ogni settimana in laguna, ma sono pur sempre navi enormi, lunghe anche 300 metri: il Titanic, tanto per dare un termine di paragone, stazzava 46 mila tonnellate. Queste navi dislocano, ossia muovono, tanta acqua quanto pesano, e si può solo immaginare, dato che nel merito non c’è alcuna indagine, quali effetti queste masse in pressione provochino su rive e fondazioni antiche, medioevali. In laguna, invece, smuovono il fondale e la marea si porta in mare le sospensioni: ogni anno a causa dei traffici portuali si perdono un milione di metri cubi di sedimenti e la profondità.media della laguna, che cent’anni fa era di 40 cm., è oggi di 1,50 m. e tra cinquant’anni (studi dell’Istituto di Idraulica dell’Università di Padova) sarà di 2,50 m! Cioè non ci sarà più una laguna. Ma la dimensione delle navi non è l’unico problema:.. ”

Il resto qui

http://www.italia.attac.org/granello_di_sabbia/il_granello_di_sabbia_settembre_ottobre_2015.pdf

Annunci

Una risposta »

  1. Pingback: BRUGNARO: PAGHINO, ENTRINO E DISTRUGGANO PURE… | Redvince's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...