Archivio mensile:febbraio 2019

A BRUGNARO E ZAIA UNITI NELLA LOTTA

Standard

BruZaia

C’è posta per voi.

“Dopo la lettera di richiesta di incontro urgente urgente inviata ai Ministri competenti il 16 febbraio, abbiamo inviato questa mattina una lettera aperta al Presidente della Regione Veneto Zaia e al Sindaco Brugnaro.”

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO LUCA ZAIA
ED AL SINDACO DEL COMUNE DI VENEZIA LUIGI BRUGNARO

Dalla stampa abbiamo appreso che martedì 19 febbraio è convocato un incontro con il ministro Toninelli in cui sarà illustrata una proposta di ripristino del canale Vittorio Emanuele III° attualmente dismesso per consentire l’arrivo delle grandi navi da crociera alla Marittima attraverso la bocca di Malamocco.
Un progetto la cui paternità sarebbe della società VTP che gestisce il terminal crociere e che si dichiara disponibile a finanziare il costo degli investimenti per decine di milioni di euro.
Registriamo che dopo la bocciatura del progetto Contorta, l’abbandono del progetto Trezze Nuovo ed ora il positivo accantonamento del progetto di Marghera, si vuole insistere nella stessa logica di individuare un’alternativa al divieto di transito nel bacino di San Marco solo con vie navigabili interne alla laguna.
Le criticità di questa ennesima proposta sono evidenti e in questi anni sono state sollevate non solo dai movimenti ambientalisti e da autorevoli riscontri scientifici contrari a soluzioni interne alla laguna, ma anche dalla stessa Autorità Portuale e soprattutto dal parere contrario della Capitaneria di Porto per motivi di sicurezza della navigazione.
Le criticità si possono così riassumere:
-Scavi di milioni di tonnellate di fanghi inquinati per portare le attuali quote del canale largo 40 m profondo mediamente 6 m ad una larghezza di 110 m. alla cunetta e profondità di 11 m. per un tratto lungo 4000 m.
-Allargamento del bacino di evoluzione davanti alla raffineria dell’Eni e l’isola dei depositi di carburante;
-Interferenze con il funzionamento delle barriere del Mo.S.E. le cui chiusure saranno sempre più frequenti e penalizzanti per la portualità lagunare a seguito dell’innalzamento del livello marino come confermano i recenti studi dell’ENEA;
-Navigazione a senso unico per 25 km lungo il canale Malamocco Marghera e Vittorio Emanuele III con dislocamenti esiziali per l’equilibrio idraulico e morfodinamico lagunare;
-Penalizzazione logistica ed economica dei traffici industriali e commerciali interessanti i terminals di Marghera;
– lunghi tempi di realizzazione considerato che il progetto dovrà essere sottoposto alla valutazione di impatto ambientale e alla revisione del Piano regolatore portuale;
– Incompatibilità di nuovi scavi in laguna con le direttive del ministero dell’Ambiente e dei Beni Culturali per la redazione del nuovo Piano morfologico della laguna.
Chiediamo al presidente Zaia ed al sindaco Brugnaro: per quale motivo dovrebbero avallare una proposta del genere, così devastante per la laguna e penalizzante per i traffici portuali di Marghera, finalizzata solo a tutelare gli interessi economici delle Compagnie crocieristiche?
O il vero obiettivo è prendere tempo, avanzando continuamente nuove proposte al fine di continuare a passare davanti San Marco, nonostante siano già trascorsi sette anni dall’emanazione del Decreto dello Stato che ne dispone il divieto?
Chiediamo pertanto al presidente Zaia ed al sindaco Brugnaro:
-di non avallare la proposta di raddoppio del canale Vittorio Emanuele III;
-di aprire un trasparente e pubblico confronto con tutte le componenti della città prendendo in considerazione proposte alternative che vanno nella direzione di estromettere le grandi navi crociera dalla laguna a partire dall’unico progetto che a tutt’oggi è stato valutato positivamente dal ministero l’Ambiente- commissione VIA nazionale -oltre che dalla stessa commissione VIA regionale;
-di evitare inutili perdite di tempo per soffermarsi su pseudo schede progettuali che non hanno alcuna consistenza tecnica né giuridica.
Venezia 18 febbraio 2019
Armando Danella per
Il Comitato NOGrandiNavi e l’Associazione AmbienteVenezia”

Annunci

SIETE MAI ANDATI A VENEZIA IN CAMION?

Standard

IMG_20190207_151804IMG_2396 (2)

Si potrebbe fare un TAV (Treno ad Alta Velocità) fino a Piazza San Marco, volendo…

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/02/08/tav-ultima-balla-falso-che-faccia-sparire-i-camion-dalle-strade/4956336/?fbclid=IwAR23AGqja-xW-TVj4jwtjjelmWwRgiU4aiwUVp2itFHPDdyQLYma3Md7Ars